Magritte

La visione del surreale

Stupire, provocare, interrogare sorprendere, inquietare,  domandare, immaginare contraddire.

 

Ecco  alcuni termini che ci possono aiutare a comprendere la pittura di Magritte, un artista di origine belga tra i più importanti rappresentanti del surrealismo movimento artistico nato nel 1924 secondo il quale solo conciliando sogno e realtà si può giungere ad una realtà superiore la surrealtà.

La pittura di Magritte precisa e meticolosa quasi fotografica crea una realtà diversa da quella che siamo abituati a conoscere, un’immagine surreale della realtà che stupisce e sorprende. Anche i ritratti cambiano il loro aspetto oggetti sospesi nascondono dettagli del viso o al centro dell’immagine attraggono l’attenzione di chi guarda oggi chi è guardato. Cosa ci fa una pipa a  mezz’aria?  e una mela sulla faccia?

Ed un grosso fiore sul viso di un elegante signora?

gli oggetti più comuni e consueti si spostano, si ingrandiscono volano non si staccano dal tavolo, dove è il problema? nel mondo surreale di Magritte si beve con tavolo e bicchiere.

nei quadri appaiono a volte parole sotto le immagini come una pipa iperrealista con la frase la frase:” questa non è una pipa” provate  a fumarla se siete capaci.

Anche l’inquadratura ha la sua importanza, un occhio ci guarda con insistenza oppure noi siamo a guardarlo oltre il buco di un muro nero?

La realtà è dentro o fuori?

E la foresta è nel quadro o lo circonda?

E l’orizzonte il mare azzurro restano oltre la finestra o si possono catturare sulla tela?

Il  surrealismo non nega la realtà, la trasfigura con deformazioni irreali ed accostamenti inconsueti così una mela cresce a dismisura, la frutta diventa pietra e le mele decidono di mettersi in maschera.

 

La nostra mente crea libere associazioni pettine e altri oggetti sono padroni incontrastati di una stanza un po’ improbabile, gli oggetti quotidiani si uniscono in modo inconsueto e paradossale e così un ombrello nato per respingere l’acqua si trova in compagnia di un bicchiere che l’acqua la contiene.

 

Nella pittura surrealista la realtà si trasforma ne risulta una visione assurda al limite del concepibile che frantuma le nostre certezze; ma in quale spazio strano si trovano cavallo e cavaliere?

Il cielo di questa stanza perché è sul vetro ma non oltre la finestra? quale mondo ci attende fuori?

È Giorno o notte? il lampione rischiare le tenebre che avvolgono la grande casa ma il cielo è azzurro e luminoso.

Come quello impresso in quest’occhio particolarmente sensibile.

Il sogno continua, la colomba diventa cielo o foresta  e il castello si solleva leggero e vola sopra il mare, la porta si oltrepassa in uno strano modo e dal camino del salotto un treno a vapore entra sbuffando, ma nessuna paura anche una comoda bara dalla forma insolita può  trovare spazio in un quadro di Magritte.

 

Strane visioni tra magia in realtà nulla è inspiegabile o assurdo, tutto sembra possibile anche uno specchio può comportarsi in modo strano e strano può apparire un bacio con il volto coperto; brividi, paure, ansie, desideri e aspirazioni dietro l’apparente tranquillità delle cose Magritte ci invita a scoprire un mondo sconosciuto e misterioso che vive nella nostra mente è fatto di sogni illusioni e ricordi.

WhatsApp Image 2017-05-24 at 16.46.25

Marco Italia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: